bissi holding sostenibilita'

Sostenibilità

Dalla volontà di raccontare con un nuovo linguaggio in quanti ambiti ognuno di noi utilizza energia, cos'è l’energia prodotta da fonti rinnovabili e perché di fatto inquina meno di quella prodotta da fonti fossili, anche quest’anno Bissi Holding si è rivolta alle scuole Secondarie di Primo Grado. NE è nato un progetto particolare che ha visto il coinvolgimento di Francesco Poroli, un illustratore italiano che ha pubblicato su testate quali The New York Times Magazine, Wired, GQ, Il Sole 24 Ore, La Repubblica e Style Corriere della Sera, che ha lavorato per Google, Adidas, NBA, Red Bull, McDonald’s, Unicredit e i cui lavori sono stati premiati da Society of Illustrators New York e The Society of Publication Designers. La collaborazione tra la Holding, impegnata nella produzione e promozione di energia pulita, e Francesco Poroli ha portato alla creazione di un poster ideato e illustrato appositamente per questo progetto che, inserito in un tubo anch’esso personalizzato, è stato regalato a tutti gli alunni che hanno aderito al progetto.

Perché un’illustrazione? Grazie a questa tecnica artistica si è voluto “raccontare” agli studenti, con un mezzo diverso dai classici strumenti didattici, alcune delle tante azioni per cui quotidianamente utilizziamo energia: dalle grandi alle piccole attività come i trasporti, le comunicazioni, il lavoro o la semplice luce e gli elettrodomestici di cui ogni casa è dotata; come viene prodotta energia da fonti rinnovabili, una schematizzazione illustrata dei principali passaggi grazie ai quali le fonti rinnovabili diventano la luce di casa nostra; infine, ma non per importanza, l’illustrazione evidenzia come ognuno di noi può produrre l’energia più importante che c’è, quella risparmiata. Il poster richiama, nel linguaggio utilizzato, tutti questi argomenti, li inserisce all’interno di un albero alle cui radici si trova un ragazzo e una ragazza, per spiegare che tutto nasce e dipende dall’uomo.

Questo poster si presenta come uno strumento diverso che studenti e professori potranno utilizzare in molti modi: i ragazzi potranno appenderlo nelle proprie camere, facendolo diventare un oggetto d’arredamento firmato da un importante illustratore, potranno utilizzare il tubo per trasportare le loro tavole da scuola a casa, mentre i professori potranno appenderlo nelle aule e utilizzarlo come nuovo strumento didattico multidisciplinare.